Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Comitato del Patrimonio Mondiale UNESCO a Riad

Si è svolta a Riad tra il 10 e il 25 settembre la 45ma sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale UNESCO, composto da 21 Stati membri tra cui l’Italia.

Il Comitato, che esamina lo stato di conservazione di tutti i siti iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale, ha deciso di non includere il sito di “Venezia e la sua Laguna” nella lista del “patrimonio in pericolo” (come era stato invece raccomandato dagli organi tecnici della Convenzione), riconoscendo e lodando le misure concrete e significative adottate dalle Autorità nazionali e locali negli ultimi anni a tutela dell’eccezionale valore universale del sito.

È stata inoltre approvata l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale di un nuovo sito italiano, il “Carsismo nelle Evaporiti e Grotte dell’Appennino Settentrionale”, promossa in particolare dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e dalla Regione Emilia Romagna, che diventa il 59mo sito italiano nella Lista e il sesto per quanto riguarda il patrimonio naturale.

Il Comitato ha nel complesso approvato l’iscrizione nella Lista di 42 nuovi siti (33 culturali e 9 naturali) su un totale di 54 candidature presentate per questa sessione.

L’Italia resta il primo Paese per rappresentanza nella Lista, seguita dalla Cina con 57 siti iscritti e da Germania e Francia con 52.